L'arte di Dante Ferretti "fa sognare" il MoMa

Sep 30, 2013 730

Martin Scorsese si aggira per i corridoi del MoMA con la puntigliosità d'un guardiano. E' al primo piano del Museum of Modern Art di New York. C'è la luna piena. C'è buio e silenzio. Cammina a lungo, mai un passo esitante, frac araldico e occhialini infilati in un volto dal biancore iridescente. Le pareti del MoMA sono le stesse di sempre, ma Scorsese le guarda e sa che stanno già cambiando, perché dal 25 settembre al 9 febbraio ospiteranno gli allestimenti dell'amico e collaboratore Dante Ferretti.

Dopo aver presentato L'età dell'innocenza, Scorsese trascina ogni suo passo verso un grande orologio, è quello di Hugo Cabret da cui penzola il protagonista lancetta dopo lancetta, sotto una coltre di neve che a furia di fioccare e rimescolarsi ha portato allo scenografo, e alla moglie set decorator Francesca Lo Schiavo, tre Oscar e sei nomination, senza contare i David di Donatello ed altri prestigiosi premi (oltre cinquanta). L'ultimo Oscar risale al febbraio 2011 proprio per Hugo Cabret diretto da Martin Scorsese; come nei migliori ospedali di cinema, quando si ha talento, si sa che i medicinali arrivano a orari ben precisi.

Read more

Source: http://www.ilsole24ore.com

You may be interested