Debutta Giacomo Sagripanti, uno dei più giovani direttori della Seattle Opera

Jan 27, 2013 1855

Ha solo 31 anni, ma talento da vendere. Giacomo Sagripanti è uno dei più giovani direttori d'orchestra a essere mai saliti sul podio della Seattle Opera: ha debuttato con la "Cenerentola" di Rossini e ha raccolto critiche per lo più favorevoli, grazie a "una performance espressiva, accompagnata da uno stile energico". A Seattle è stato ospite per sei settimane, allungando un curriculum che già vanta collaborazioni con numerose orchestre in Italia e all'estero (ha diretto anche l'Orchestra Sinfonica di Mosca, la Konstantinovsky Orchestra di San Pietroburgo e la Machester Orchestra).
Sagripanti, che ha studiato piano e composizione prima di diplomarsi in direzione d'orchestra, racconta l'esperienza con l'umiltà di chi ha ancora molta strada da fare, ma ha raggiunto un obiettivo importante: "bisogna restare sempre in contatto con le cose più importanti, realtà, emozioni, affetto e passioni, questo è tutto quello che conta", ha detto.

Ospite dell'Opera, è stato a Seattle per sei settimane, con la fidanzata e i genitori, in quello che è stato il suo primo viaggio negli Stati Uniti. "Lo stato di Washington è il primo che visito, Seattle al momento per me equivale agli Stati Uniti", ha raccontato con un sorriso. Ad invitarlo è stato il direttore della Seattle Opera, Speight Jenkins, che non si è fatto spaventare dalla sua giovane età: voleva qualcuno che conoscesse bene Rossini e la "Cenerentola", possibilmente un italiano.

"L'età non dice molto su un direttore d'orchestra. Se uno è bravo, è bravo. E quest'uomo lo è sicuramente", ha detto Jenkins, che spera di riavere in futuro Sagripanti a Seattle. La "Cenerentola" va in scena sabato per l'ultima volta, ma un Sagripanti entusiasta non ha dubbii: "mi piacerebbe tornare, chissà".

You may be interested