"Grazie per la vicinanza agli italiani in America e la difesa della storia"

Nov 06, 2020 415

BY: Angelo Sinisi

In qualità di fondatore ed amministratore del gruppo facebook “Giù le mani da Cristoforo Colombo” desidero ringraziare il consiglio comunale della Spezia che Mercoledì 4 Novembre ha votato la mozione preparata dal nostro gruppo, che è stata già approvata in vari comuni d’Italia tra cui Genova, città natale di Cristoforo Colombo. 

La mozione prevede la difesa della cultura Italiana negli Stati Uniti e segnala la nostra vicinanza agli Italiani d’America che si sono visti umiliati dopo una feroce campagna di vandalismo e violenza che ha portato alla rimozione di molteplici statue di Cristoforo Colombo in America. La Spezia quindi si aggrega alla difesa di una delle figure storiche più grandi del mondo e nata nella nostra regione.

Un particolare ringraziamento ai consiglieri comunali Giacomo Peserico e Fabio Cenerini che si sono fatti promotori della nostra mozione e primi firmatari, ma anche agli altri consiglieri comunali che si sono aggiunti con la loro firma alla mozione.

Il nostro gruppo Facebook ha raggiunto 1052 membri, il 75 per cento dei quali residenti negli Stati Uniti, che saranno decisamente contenti di sapere della vicinanza dell’Italia in questo momento e sicuramente darà loro la forza di continuare la loro battaglia oltre oceano

Mi amareggia solo il fatto che la mozione non abbia trovato il voto unanime di tutti i componenti del consiglio comunale essendosi astenuti alcuni consiglieri comunali dell’opposizione, mentre il consiglio comunale di Genova ha votato compatto all’unanimità la stessa mozione. Non capisco come una figura storica come Cristoforo Colombo, che con la sua scoperta ha cambiato la storia del mondo e che nessun paese al mondo può vantare, non possa trovare una unità d’intenti specialmente quando si tratta di esprimere solidarietà e vicinanza agli Italo Americani e difendere la storia del nostro paese.
Un Grazie a nome degli Italiani d’America a tutti coloro che hanno votato la mozione.

Read more

SOURCE: https://www.gazzettadellaspezia.it

You may be interested