I am Italian Style

Nov 24, 2018 860

BY: Luca Martera

"Cappuccino with aubergines? C’mon madame, don’t do that... More touch! ". An expression, the latter one, which in Italian means "bad dead people" but that pronounced in English sounds like the Roman dialect expression “Mortacc’”, a sort of mix between a curse and a exclamation of amazement.

Can we still laugh at stereotypes about Italians in the United States? Evidently yes, but with the mandatory goal to play ironically with them. So Marco Marzocca did. Mission accomplished. Marco is very popular in Italy for his comedy characters (the Filipino waiter Ariel above all) and his roles in many successful TV series, from "Distretto di Polizia" (Police Precinct) to "A bullet in the heart" next to the great Italian comedian Gigi Proietti.

Transoceanic commuter between Italy and the United States since 2010, Marzocca has the dual Italian-American citizenship and he is a resident of Clearwater, a seaside town near Tampa, Florida, a sunny place where curiously there is also the American headquarter of "Scientology".

Last September 8 Marzocca made his debut as author and actor with his first show in "spaghettinglish", half in Italian and the other half in English, at the Murphy Theater in Clearwater, amusing the audience with two hours of comedy and music.

"I am Italian style" tells the story of a young Italian singer (Leonardo Fiaschi), who fulfills his dream coming to sing the 18 most famous Italian songs in the United States. Unfortunately, he is followed by his grandfather, his mother, his uncle, a former school friend and his unemployed brother (all interpreted by Marzocca) who will embarrass him making fun of all the American stereotypes on Italians. It’s not a case that one of the characters of Marzocca is the Italian immigrant of the Third Millennium, who is victim of misunderstandings due to a language that does not still know well.

Marzocca knows what he's talking about because his family life is a sort of reality TV show based on linguistic-cultural differences: Colombian wife known in a chat in 1999 (when the Internet was in its prehistoric phase), three sons of English mother tongue and mother-in-law who speaks only Spanish . A little babel, in short, also of flavors, since Marzocca is also passionate about cooking and he is business associate of "Villa Bellini", an Italian restaurant based in its Tampa, that offers Americans something authentically Italian.

By the way, audience had a great time during the show while Marzocca cooked fettuccine in the bag, mimed a grape harvest and then offered real wine. A great mess that causes the desperation of the brilliant and lanky Fiaschi, who lives in the Frank Sinatra myth but then realizes that he was born in Italy (as sang from Renato Carosone in the evergreen Tu vuò fa’ l’Americano), and so he is obliged to sing the repertoire of the Neapolitan evergreens and lyrical-pop-melodic Italian songs from "Gloria" to "Con te partirò".

After the September test, Marzocca will perform the show "I am Italian style" in other “Little Italies” in the United States and Canada on the occasion of Italian-American events, fairs and festivals. Entertainment managers and potential business partners and sponsors can contact the author directly at the following email address: iamitalianstyleshow@gmail.com

------------

“Cappuccino con le melanzane? Andiamo signora, non si fa, non si fa... More touch!”. Un’espressione, quest’ultima, che tradotta alla lettera significa “più tocco” ma che pronunciata in inglese suona come il romanesco mortacc’... Si può ridere ancora dei luoghi comuni sugli italiani negli Stati Uniti? Evidentemente sì, ma a patto di smontarli con tanta ironia, deve aver pensato Marco Marzocca, popolarissimo in Italia per i suoi personaggi comici (il filippino Ariel su tutti) e le sue interpretazioni in tante serie tv di successo, da “Distretto di Polizia” fino a “Una pallottola nel cuore” accanto al grande Gigi Proietti.

Da 8 anni pendolare transoceanico tra Italia e Stati Uniti, Marzocca ha la doppia cittadinanza italo-americana e dal 2010 è residente a Clearwater, cittadella sul mare vicino Tampa, in Florida, località che più solare non si può ma curiosamente anche sede del quartiere generale americano di “Scientology”.

Lo scorso settembre 8 settembre Marzocca ha debuttato come autore e attore con il suo primo spettacolo comico-musicale in “spaghettinglish”, ovvero per metà in italiano e l’altra metà in inglese, al Murphy Theater di Clearwater divertendo il pubblico con due ore di comicità e musica.

“I am Italian style” racconta infatti la storia di un giovane cantante italiano (Leonardo Fiaschi), che riesce per la prima volta a coronare il suo sogno di venire a cantare le 18 canzoni italiane più famose nel mondo in America. A sua insaputa però viene seguito dal nonno, dalla mamma, lo zio, un ex compagno di scuola e dal fratello disoccupato (tutti interpretati da Marzocca) che lo metteranno in imbarazzo e difficoltà sfruttando in modo comico tutti i luoghi comuni che ci caratterizzano all'estero. E proprio uno dei personaggi di Marzocca è l’emigrato italiano del Terzo Millennio alle prese, manco a farlo apposta, con gli equivoci di una lingua che non conosce bene.

Marzocca sa bene di cosa parla perché già la sua vita familiare è un reality basato sulle differenze linguistico-culturali: moglie colombiana conosciuta via chat nel 1999 (quando Internet era nella sua fase preistorica), tre figli di madrelingua inglese e suocera che parla solo spagnolo. Una piccola babele, insomma, anche di sapori, visto che Marzocca è anche appassionato di cucina ed è socio di “Villa Bellini”, un ristorante italiano, con sede nella sua Tampa, nato dall’esigenza di offrire agli americani qualcosa di autenticamente italiano, che non suonasse appunto “fake Italian sounding” cioè di cibi industriali spacciati per italiani.

Grande è stato il divertimento del pubblico durante lo show mentre Marzocca cucinava le fettuccine nella borsetta e mimava una vendemmia offrendo poi vino vero. Il tutto per la disperazione del brillante e allampanato Fiaschi, che vive nel mito swing di Frank Sinatra ma poi realizza di essere nato in Italì, sciorinando un repertorio di evergreen napoletani e lirico-pop-melodici.

Dopo il test di settembre, Marzocca porterà in scena la prossima primavera lo spettacolo “I am Italian style” in altre Little Italy di Stati Uniti e Canada in occasioni di eventi, fiere e festival italo-americani. Impresari artistici, business partner e sponsor interessati possono contattare direttamente l’autore alla seguente email: iamitalianstyleshow@gmail.com

 

You may be interested