Ecco Kentridge: 550 metri di murales racconteranno Roma lungo il Tevere

Sep 25, 2015 470

di Camilla Mozzetti

Scorrono le immagini di Papa Clemente, il trionfo di Cesare, il corpo straziato di Pasolini. A spiegare quei volti e la storia che custodiscono, è l'artista che li ha creati: William Kentridge, arrivato quasi a sorpresa a Roma per presentare la sua opera - Trionfi e lamenti - che dal 21 aprile sarà visibile sui muraglioni del Tevere.

Dopo le parole che si sono rincorse per oltre due anni e il valzer delle istituzioni per il rilascio dei permessi, arriva la conferma: il centro storico accoglierà finalmente, in 550 metri da Ponte Sisto a Ponte Mazzini, il più grande intervento di arte contemporanea mai realizzato. E a presentarlo ieri, non poteva mancare proprio lui, che ha trascorso gli ultimi 12 anni della propria carriera a dare un volto alla storia della Capitale. Alle sue glorie. Alle sue sconfitte. «Sono molto felice - ha detto Kentridge - di aver ricevuto i permessi, ringrazio tutte le persone che hanno sempre creduto in questo progetto». 

Read more

Source: http://spettacoliecultura.ilmessaggero.it/

You may be interested