Le aziende italiane in North Carolina

Jun 25, 2018 1190

BY: Flavio Sapo

Per chi non conosce la capacità dei nostri connazionali di esportare il made in Italy, può risultare sorprendente scoprire come in uno Stato poco conosciuto nel belpaese (al più si sa che la capitale è Raleigh e che i fratelli Wright hanno spiccato il primo volo sulla spiaggia di Wilmington) ci sono tante realtà imprenditoriali di origine italiana e notevoli scambi commerciali.

Ristorazione. Chiaramente i ristoranti e le nostre specialità culinarie la fanno da padrone e queste sono proprio le categorie di business che offrono le maggiori possibilità di mettere piede nel grande mercato degli Stati Uniti. Nella capitale Raleigh, Vic’s Italian Restaurant è il ritrovo in centro per poter gustare i nostri piatti tipici, con l’aggiunta di degustazioni di vini italiani una volta alla settimana.

A Cary, una cittadina a poche miglia dalla capitale si può trovare Enrigo, un must per tutti gli italiani della zona, specialmente in occasioni speciali che richiedono un catering di qualità, come battesimi e comunioni.

Infine per chi ha nostalgia di prodotti da “grocery” italiana difficili da trovare sugli scaffali della grande distribuzione americana (dai biscotti del Mulino Bianco ad alcuni formaggi regionali), si può puntare a Capri Flavours, importatore di gastronomia tipica nostrana.

Spostandosi nella città più popolosa, Charlotte, si possono provare le lasagne di Mama’s Ricotta, la pasta allo scoglio di Luce Restaurant o gli spaghetti (quelli veri, senza meatballs!) di Portofino’s Italian Restaurant.

Manufacturing. Magneti Marelli è un nome noto a chiunque lavori nel settore dell’automotive e la cittadina di Sanford, 30 miglia a sud della capitale, ospita una sede, nata 40 anni fa, con centinaia di dipendenti, alcuni dei quali sono dirigenti italiani che gestiscono il sito produttivo locale.

Altro nome noto al mondo dell’automotive  è Brembo, grazie ai suoi freni a disco di qualità. Sono situati nella cittadina di Mooresville, strategicamente posizionati vicino al quartier generale di molti team di auto da corsa; infatti Brembo rifornisce squadre di Formula 1, Indycar, Nascar e Sports Cars Racing Series.

Nello stesso settore, spostandosi a Charlotte, si può trovare Comer Industries, leader in soluzioni meccatroniche e di trasmissione di potenza meccanica in molti settori, quali l’agricolo, le costruzioni e l’automotive.

Ceramiche, tessile, macchinari. Quando la capacità imprenditoriale si unisce alla tipica qualità italiana nel design, escono prodotti apprezzati in tutto il territorio americano. E’ il caso delle ceramiche, che hanno creato alcuni poli industriali sul territorio USA, il più noto ad Atlanta. Ma anche a Charlotte in North Carolina esiste una notevole concentrazione di aziende che forniscono piastrelle e marmi nel territorio Nord americano.

Anche le aziende tessili e di arredo sono ben rappresentate, grazie a Natuzzi, Calligaris, ValeDrawers, Selva, RadiciSpandex.

Infine ci sono macchinari per la lavorazione del legno di Biesse Group, oppure Cefla, un’azienda di Imola leader nella produzione di soluzioni robotiche per la rifinitura e pittura di materiale, che ha una sede  di ben 150000 sqft alla perifieria della città di Charlotte.

Università. Le Università del North Carolina attirano sia studenti internazionali, che PhD nostrani che vanno a proseguire la propria carriera accademica oltre oceano.

La Duke University è uno dei più prestigiosi centri di formazione medica di tutti gli USA. Da qui sono usciti 2 premi Nobel per la Medicina negli ultimi 8 anni e diversi ricercatori italiani contribuiscono ogni giorno al progresso della scienza.

La NCSU, ossia North Carolina State University, è famosa per le proprie facoltà di Agraria, visto che per molto tempo l’economia di questo Stato girava attorno alla agricoltura ed in particolare alle piantagioni di tabacco.

Nel corso dei decenni si è però sviluppata parallelamente la facoltà di Ingegneria, in particolare per l’industria Nucleare, che ospita diversi nostri ricercatori che non potendo lavorare in Italia in quel determinato settore, trovano sbocchi lavorativi qui in USA.

Una menzione per la UNC (University of North Carolina) che ha addirittura un corso di Laurea in Lingua e Studi Italiani, con corsi che spaziano dallo studio di Dante e Petrarca, al Rinascimento, alla cinematografia del Belpaese.

Articolo redatto da Export America Group, società di consulenza con sede in North Carolina, specializzata nell’aiutare le aziende italiane ad esportare e vendere in USA o ad aprirvi ed avviare nuove società/ filiali sul suolo statunitense.

You may be interested