Carlo Ratti: «Da Boston il mio dono all'Italia. Un ospedale modulare anti Covid-19»

Mar 22, 2020 368

BY: Christian Benna

«Non sprecate mai le opportunità offerte da una crisi. Questa è l’occasione per reinventarsi». Carlo Ratti, 49 anni, architetto e ingegnere torinese, è rimasto a terra. Bloccato a Boston. In attesa, suo malgrado, di uno tsunami che negli Usa «avrà conseguenze drammatiche». L’ultimo aereo disponibile per l’Europa, dopo lo stop ai collegamenti imposto dal presidente Trump, è appena partito, diretto a Londra.

«Preferirei affrontare questa situazione a casa mia a Torino, certamente». Eppure il direttore del Senseable City Lab, il laboratorio del Mit che coniuga design e scienza per costruire le città del futuro, non si dispera e non si ferma. «Devo ultimare il progetto di un sistema modulare per ospedali d’emergenza, composto da piccoli container attrezzati di ventilatori. Sto coordinando in video-conferenza un team di 50 persone: designer, architetti, fisici e ingegneri di tutto il mondo. Lunedì annunceremo che il prototipo sarà a disposizione per l’Italia».

Read more

SOURCE: https://torino.corriere.it

You may be interested