Eccezione culturale: l'Italia contro gli USA

Jun 20, 2013 1071

di Marco Pontoni

STRASBURGO - Si avvicinano le elezioni europee del maggio 2014. Fra meno di un anno l'Italia sarà chiamata ad eleggere i suoi 73 deputati, su un totale di 751. E per la prima volta, si ha la sensazione che questo appuntamento sarà molto sentito: se in passato, infatti, le elezioni al Parlamento europeo erano viste soprattutto come un test sulla tenuta del governo nazionale in carica, ormai è chiaro anche agli italiani (popolo peraltro tradizionalmente europeista, da De Gasperi in poi) che l'Europa è a un bivio e che le scelte fondamentali per il futuro del Paese passeranno necessariamente da lì.


Nel frattempo, si sono avviati i negoziati fra Europa e Usa per il cosiddetto Ttip (Transatlantic trade and investment partnership), suscettibile di creare la più grande zona di libero scambio del mondo. È, questo, un altro passaggio da cui ci si attende molto, anche per controbilanciare il peso crescente dei mercati asiatici.

Read more

Fonte: La Voce di New York

You may be interested