NISSOLI (LISTA MONTI) CON "ONE VOICE COALITION": SUPERARE LA CULTURA MASS MEDIATICA AMERICANA FONDATA SULLO STEREOTIPO ITALO-AMERICANO

Apr 05, 2013 1470

Si è tenuta ieri sera, 3 aprile, nella sede della UNICO National Connecticut District 1 a Milford, in Connecticut, la presentazione di "One Voice Coalition" (www.iaovc.org), un'organizzazione nazionale di attivisti Usa, dedicata esclusivamente a difendere il patrimonio e la cultura italo americana.

Presente all'evento anche Fucsia Nissoli, deputata eletta con la Lista Monti in Nord America che ha offerto all'associazione la sua disponibilità a collaborare. Nissoli, sia in passato attraverso la sua attività di volontariato che oggi in Parlamento, ha assicurato che lavorerà per "mostrare all'estero il valore dell'umanesimo italiano che esprime ovunque nel mondo eccellenze che tutti ammirano in ogni settore professionale, accademico ed artistico".

Presidente di "One Voice" è Andre Di Mino che ieri ha ripercorso gli stereotipi degli italo americani nei media, negli spettacoli come Jersey Shore di MTV, spiegando in che modo la sua organizzazione intende difendere la cultura ed il patrimonio italo americano da queste rappresentazioni negative.

"One Voice", fondata nel 1993 da Emanuele Alfano – anch'egli presente all'evento di ieri – ha chiesto il sostegno di tutti per opporsi ai media che presentano lo stereotipo italo-americano. Durante l'incontro è stato evidenziato come recentemente Sergio Marchionne abbia usato il termine "Wop Engine" per descrivere l'uso di un motore italiano per una nuova auto Alfa Romeo. "Wop" è un termine molto dispregiativo e umiliante per gli italo americani e "One Voice" ha chiesto le scuse formali al manager Fiat.

Fonte: AISE

You may be interested