Cesare Romano: sull’Europa non si torna indietro, solo avanti contro i nazionalismi

Feb 14, 2018 212

BY: Stefano Vaccara

Da quanti anni e perché vive all’estero? Perché ha deciso di candidarsi e perché con questa lista? Sono partito da Milano nel 1992. Quattro anni di studi a Ginevra, in Svizzera, e poi 10 anni alla New York University. Vivo a Los Angeles dal 2006. Ho deciso di candidarmi perché sono preoccupato dal ritorno del nazionalismo e i suoi figli (protezionismo, razzismo, e discriminazione). La politica attiva non è mai stata una mia ambizione, ma se le persone oneste e preparate non scendono in campo e ci mettono la faccia, andrà tutto a rotoli. La prosperità italiana non può essere garantita a scapito dei vicini. L’Unione Europea, NATO e Nazioni Unite sono i tre scudi che ci hanno tenuto sicuri per 70 anni.

Buttarli alle ortiche sarebbe un errore storico. Mi sono candidato con +Europa perché  è l’unico movimento politico in Italia che si opponga a gran voce al nazionalismo e alla chiusura della società e frontiere. Nel XXI secolo le categorie “destra” e “sinistra” non hanno piú senso. La divisione fondamentale in politica é fra chi ha paura e vuole isolarsi e fra chi non ha paura e sceglie di integrarsi. Questo si applica a tutto, dal livello personale a quello nazionale e internazionale. Noi siamo per una societá aperta, democratica e trasparente, dove si possono dare piú diritti a tutti senza toglierli a nessuno”.

Read more

SOURCE: https://www.lavocedinewyork.com

You may be interested