Olimpio Scalzitti, l’abruzzese che sfidò la Mafia

Jul 13, 2017 90

Olimpio Scalzitti nacque a Scontrone (AQ) il 25 febbraio del 1881. Nel 1898 a soli sedici anni emigrò per gli Stati Uniti dove giunse a bordo del piroscafo “Fulda”. Giovane, intraprendente e di vivace intelligenza non impiegò molto a realizzarsi. Mise su, dopo aver fatto ogni sorta di duro lavoro, una piccola impresa specializzata negli scavi. Nel 1906 tornò nella sua Scontrone dove conobbe e si innamorò della giovane Vincenza Grossi. Quest’ultima era nata il 15 aprile del 1889. Olimpio doveva ripartire e allora decise di chiedere la mano della ragazza.

Si sposarono e subito dopo decisero di raggiungere gli Stati Uniti. Arrivarono ad “Ellis Island”, nel 1906, dopo aver attraversato l’oceano sulla nave “Prinzess Irene”. Gli affari per Olimpio, una volta tornato in America, cominciarono ad andare sempre meglio. Dopo qualche tempo la sua azienda divenne, nel settore scavi fognari e non solo, leader a Chicago e nell’intero Illinois. Intanto il suo nome subì, come quasi inevitabilmente accadeva, dei mutamenti. Olimpio divenne all’inizio Olempio ma successivamente per tutti fu solo e per sempre “Ole Scully”. 

Read more

SOURCE: http://www.primadanoi.it/

You may be interested